Codacons: «Stop alle foto dei figli sui social»

L'associazione dei consumatori ha presentato esposto alla procura della Repubblica per le foto di bambini pubblicate da influencer e vip che violano una serie di normative nazionali e anche internazionali

di Gabriella Lax - Sono soprattutto vip e influencer a pubblicare sui social foto dei figli in pose o situazioni inadeguate. Situazioni queste che non possono passare sotto silenzio perché, in molti casi, violano normative nazionali e internazionali.

Foto figli sui social, un grave pericolo

Per questo motivo Codacons dice stop a questo tipo di comportamenti che possono essere dannosi e presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, nonché al Garante della Privacy e a quello dell'Infanzia. «Sulle piattaforme web - scrive Codacons - sono sempre più di sovente pubblicati contenuti che immortalano minori, finanche neonati, ritratti talvolta seminudi o in pose o situazioni ambigue ed allusive, con il risultato di trasformare gli spazi virtuali in un postribolo in cui i più piccoli potrebbero rimanere vittime dell'illecito trattamento dei propri dati personali, nonché, ancor peggio, di fattispecie di reato ben più gravi. Immagini che immortalano minori in tenera età, senza l'adozione di alcun tipo di accorgimento, ai soli fini esibizionistici o di lucro». Comportamenti controproducenti, soprattutto per i bimbi, piccoli ed indifesi contro questi comportamenti parentali. Le conseguenze? «Come rappresentato da moltissimi psicanalisti interrogati sul tema, i bambini, una volta cresciuti e alle prese con la propria rete sociale, su quelle piattaforme, si ritroveranno dotati di un fardello di contenuti digitali impropriamente pubblicati nel corso degli anni dai genitori. Senza, ovviamente, che il soggetto più importante della relazione - il bambino - abbia avuto alcuna possibilità di dire la sua»

Codacons, esposto per foto figli sui social

Da questi presupposti è maturato l'esposto, nel quale Codacons chiede alla Procura della Repubblica di Roma e ai garanti della Privacy e dell'Infanzia di verificare il configurarsi di eventuali illeciti e responsabilità, disponendo il sequestro probatorio dei contenuti pubblicati sui social network che potrebbero configurare reati.

Ma il lavoro di tutela dei minori di Codacons va oltre con la richiesta a Facebook di intervenire sospendendo la pubblicazione su Fb e Instagram di tutte le immagini ritraenti minori e diffuse in violazione della normativa vigente.

da studiocataldi.it

 

Studio Legale Berti  
Via Porta Mugnaia, 52
20853 Biassono (MB) Italy

Piazza V Giornate, 10
20129 Milano Italy

Tel. + 39 039.23.22.025
Fax. + 39 039.23.22.643

P.Iva 022 962 209 61

Immobiliare Berti

Primo ufficio : Via Cesana e Villa, 17
20853 Biassono (MB) Italy
Sedi secondarie : Via Cesare Cantù, 54
20851 Lissone (MB) Italy
Via Vittorio Emanuele n. 17 c/o Arch. Rigamonti.
20842 Besana Brianza (MB) Italy

Telefono : 0392 753731
Telefono : 339 7784911

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.